…madre

…avere tanti figli comporta continue preoccupazioni, ma rende la vita attiva. 
Quando uno è sereno, l’altro è agitato, se uno ti fa un sorriso, l’altro ha il broncio, uno dice brava, l’altro pretende, uno ti abbraccia e l’altro ti volta le spalle. 
Ma devo ammetterlo, mi fanno sentire viva.
Non è una dipendenza la mia, ma l’unione dei loro bisogni con le mie necessità e avendoli abituati a sentirsi liberi e rispettare la mia libertà, devo dire che riesco ad andare avanti serena. 
Così continuo a considerarmi una buona madre e a mantenere con discrezione e senza pesare il mio ruolo. 
Molte delle mie amiche, una volta che non hanno dovuto più occuparsi dei propri figli, o perché lontani o con famiglia, sono cadute in depressione. 
Alla continua ricerca di qualcosa da fare. 
Spesso quelle mamme a cui ora mancano tanto i propri figli, sono quelle che quando erano piccoli li lasciavano crescere con i nonni. 
Io me li sono goduti pienamente, tutti e quattro. 
I miei ricordi appartengono solo alle ore felici e spensierate, trascorse con loro. 
Dovremmo sempre essere consapevoli, quando decidiamo di assumere un ruolo, soprattutto quello di “madre”, dei doveri che abbiamo, verso chi mettiamo al mondo. 
Credo che sia l’unico ruolo che ci obbliga a mille doveri e a nessun obbligo di ricevere una ricompensa, se non quella della considerazione e il rispetto.


I genitori devono essere affidabili,
non perfetti.

I figli devono essere felici,
non farci felici.

Madre Teresa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa