…Antikithera

…questa mattina leggevo su Facebook, che offrono: una casa, un terreno e 500 euro mensili per 3 anni, a chi decide di trasferirsi per poter ripopolare un isola Greca. 
Non mi dispiacerebbe inviare la richiesta e lasciare che il destino decida per me.
Un altro posto dove vivere, un luogo straniero, un’isola e il mare. 
Mentre ne parlavo alle amiche oggi, la prima risposta unanime è stata:”si bello andiamoci tutte insieme”. 
Non si rendevano conto, al momento, che la loro vita è tutta un’altra cosa da quel ‘”andiamoci”. 
Niente parrucchiere, manicure, shopping in città, caffè al bar… ma solo tanto: mare… mare… mare.
Così dopo poco, avendoci riflettuto bene, hanno fatto marcia indietro e la conclusione è stata: “sarebbe bello andarci e staccare con tutti i problemi, ma non è che ci sentiremo troppo sole, lontane dal mondo, in un luogo così solitario?”. 
Per loro sicuramente sarebbe così, per me il contrario. 
La solitudine io l’avverto qui,  tra tante chiacchiere inutili e il vagare col pensiero, sulle immagine di quell’isola verde che galleggia nel blu immenso dell’unione tra cielo e mare, mi riportava all’isola che non c’è, l’isola dei miei sogni, dove poter finalmente, far riposare la mia anima.
…ma  Antikithera, così si chiama l’isola, non offre più questa possibilità per motivi burocratici, dovrò cambiare itinerario, riorganizzare il mio “destino”. 


Destinazione Destino,
ma per quale itinerario?

Robert Sabatier

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa