…sognare

…oggi mi sono goduta la giornata fresca… 
Dopo tanto caldo ci voleva. 
Dondolarmi beatamente oziando e finalmente mangiare i golosi marshmallow, senza dovermi sentire le dita appiccicose è stata una vera delizia. 
Ogni tanto me lo impongo di non fare nulla, non perché mi sento eccessivamente stanca, ma per distaccarmi dalle solite cose e dedicarmi a momenti di riflessione. 
Spesso mi addormento, stando con gli occhi chiusi e la mente libera e sogno sempre. 
Oggi ho sognato di raccogliere da terra, un uccellino tutto bianco caduto dal nido. 
Era bellino e molto tenero, l’ho portato in un posto sicuro dove stavano delle grosse gabbie, ma dopo un attimo di riflessione non l’ho rinchiuso, ma lasciato a terra, sicura che la mamma sarebbe venuta a prenderlo, un’ultima carezza e tranquilla ho continuato a camminare.
Chissà cosa avrà voluto significare questo sogno. Ripensare a quel piccolo uccellino, mi dona dolcezza al cuore e questo è già positivo. 
Ho una cara amica che faceva parte di un gruppo di persone seguite da una psicoterapeuta che dava molta importanza ai sogni, per lei erano quel che siamo realmente, quel che vogliamo veramente. 
Chissà se è vero, ogni studio ha le sue teorie, le sue verità. 
Quello di cui sono certa io, è che da un bel po’ di tempo, i miei sogni sono sereni e calmi. 
Che, a volte, non vedo l’ora di addormentarmi, per abbandonare l’agitazione del vivere giornaliero e tuffarmi in quello quieto dei miei sogni, soprattutto quando a tenermi compagnia ci sono, come fossero reali, animali fantastici e persone che non potrei più incontrare sulla terra. 
Tutto ha un senso, un disegno, nel nostro percorrere gli anni che ci sono stati donati per: “comprendere” ed io voglio “comprendere”!


Sognate!
I sogni plasmano il mondo.
I sogni ricreano il mondo, ogni notte.

Neil Gaiman


Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa