…serate profumate

…un’altra serata fresca dopo l’acquazzone pomeridiano. 
La giacchetta sulle spalle mi ripara dal venticello che in alcuni attimi mi fa fare spallucce. 
Attimi in cui mi abbraccio,  per donarmi quella sensazione di calore, che allontana una leggera nostalgia. 
L’avverto spesso in queste serate, dopo la pioggia. 
Come cambiano le emozioni a seconda del tempo. Nelle notti calde, adoro osservare il cielo e le sue luminosità, per ore lo contemplo cercando di scoprirne i misteri. 
Mi soffermo su un puntino, fino a quando, convinta si sia mosso e che abbia dato cenni di vita, spero sia un ufo, scoperto solo da me. 
Dopo un temporale invece, specialmente quelli estivi, per allontanare il pensiero che l’estate sia finita, mi abbandono a ricordi dolci, come fossero una fonte di calore che riporta sulla pelle il sole. 
Socchiudo gli occhi e respiro tutti i profumi che la terra bagnata lascia liberi nell’aria. 
Ogni pianta fa a gara col suo profumo, lasciando a me decidere la vincitrice. 
Quando la terra, soprattutto di sera, mi regala questi profumi, è impregnarsi di energia. 
Come se la mente volesse annullare ogni caduta del tempo passato e con maggior coraggio fosse pronta a continuare il cammino. 
Potessi sapere quel che mi riserva il domani, sarebbe tutto più semplice, ma toglierebbe la curiosità del mio vivere.
Lentamente, il cielo sta ritornando sereno, le nuvole continueranno il loro viaggio intorno al mondo con le loro valigie cariche di pioggia e quando lo vorranno, disseteranno la terra e rinfrescheranno gli uomini. 
Io continuo a stringermi dolcemente nel mio giacchetto, deliziata da un concerto di grilli e cicale. 
Questa vita è un incanto!


Se la osservi bene,
la pioggia estiva non bagna…
colora il mondo.

Fabrizio Caramagna


Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa