…come un’abbraccio

…la sensazione che lascia il mare sulla pelle è qualcosa di unico.
Anche dopo una doccia, quel calore sembra non voglia staccarsi da noi, lo si avverte come una presenza, come se volesse continuare ad abbracciarci.
Il mare lo raggiungo facilmente da Francavilla, scegliendo a seconda del vento o lo Ionio del Tarantino o l’Adriatico del Barese e Leccese.
Oggi sono andata  sullo Ionio ed era una tavola immensa, tanto piatto che le barchette al largo sembravano poggiate su uno specchio.
Farsi il bagno e nuotare diventa un totale benessere, mi sento amica di quell’acqua salata che tanto mi spaventa se si agita.
Il nostro mare è limpido, pulito e dove nuoto, abbastanza distante dalla riva, basta starsene un po’ con la testa sott’acqua che vorresti essere un abitante di Atlantide, per poter cancellare il disordine e lo sporco che regna sulla terra.
Rimango in quel tepore di solitudine che mi allontana da tutto ciò che mi crea ansia, fin quando  le grida allegre dei bimbi sulla spiaggia giungono come eco, riportandomi alla realtà e la vita torna ad invadermi.
Stasera mi addormenterò in compagnia di questo caldo abbraccio, perché lo so che il mare mi riconosce quando vado a trovarlo.
A lui ho confidato nei giorni di solitudine tutte le mie tristezze e oggi, mentre lo osservavo brillare, pensavo che quelle scintille erano le lacrime di chi come me ha avuto come confidente solo le sue onde.
Lacrime tramutate in gocce luminose come diamanti,  che il mare conserva nei suoi abissi  come un tesoro da mostrare al mondo, quando gli uomini incantati lo osservano.


Secondo alcune leggende,
il mare è la dimora di tutto ciò che abbiamo perduto,
di quello che non abbiamo avuto,
dei desideri infranti, dei dolori,
delle lacrime che abbiamo versato.

Osho


Pubblicità

6 thoughts on “…come un’abbraccio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa