…Il mio mondo

…in ogni fase della mia vita, ho attraversato periodi, in cui mi sono chiesta dove la mia storia mi avrebbe condotta.
Il mio sogno da bambina era quello di seguire i missionari in Africa.
Non ero pienamente consapevole, data la giovane età e la non conoscenza di quei luoghi, del perché volessi farlo, ma nel cuore mi sembrava una cosa giusta.
Dopo qualche anno di matrimonio, non avendo altro scopo se non quello di rendere felice la mia famiglia, mettendo al mondo prima due figli e dopo un po’ di tempo altri due, ho riversato quel sogno su di essi e mi sono detta: “forse questa era la mia missione”.
Ho lasciato che il tempo trascorresse senza ripensamenti e dubbi, ma con la convinzione che tutto stava andando come era scritto nel mio destino.
Non ho mai voluto cambiare nulla e ne sono stata appagata.
Ora, dopo vari eventi che mi hanno resa libera da catene umane e fatto scegliere la solitudine, riesco a comprenderne il valore.
Andiamo sempre alla ricerca di noi stessi.
Essa è diversa per ogni essere umano.
Spesso rincorriamo dei desideri che poi si annullano o ci annullano.
In questo mio stupendo tempo, ho scoperto la mia essenza, la mia anima, nella solitudine.
Ritrovarsi soli, vuol dire concentrarsi esclusivamente su noi stessi.
La realtà non è più una sfida, ma Vita da vivere.
I problemi diventano esclusivamente, situazioni da valutare e risolvere.
Diventa tutto più semplice e chiaro perché al centro ci sono io e la mia anima.
Nella solitudine assaporo la mia interiorità e ogni cosa mi appare come realmente è.
Sembra strano, ma più divento consapevole del valore di me stessa nella solitudine, più mi sento in compagnia di tutte le cose del mondo e nel cuore avverto l’unione con la vita.


La gente ama stare al centro del mondo,
a me basta un angolo
dove c’è tutto il mio mondo.

Megan Gandy


Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa