…essere umano

…dopo una giornata calda, quando arriva la sera e  con il buio si ha la sensazione che arrivi un po’ di fresco, dopo una doccia mi sento come rigenerata.
Il lieve sudore è come scivolato via e il calore dell’estate diventa piacevole.
Mi tornano sempre in mente i mondiali di calcio in queste serate.
L’attesa della partita organizzando con chi vederla e dove, l’agitazione sperando in una vittoria, l’ansia di quei 90 minuti più recupero, le bandiere tricolori.
Quelle volte in cui siamo stati campioni o d ‘Europa o del Mondo, l’euforia e l’allegria di quelle notti, mi hanno accompagnata per tutta l’estate.
Notti “magiche”, notti “Italiane” aspettando un gol, cantavano la Nannini e Bennato.
Che meraviglia quando un popolo si sente unito sotto lo stesso cielo, senza divisioni e colori, senza partiti e religioni.
Si ha l’impressione che tutti siano più buoni e che si possa trovare l’aiuto in un nostro simile.
E se fosse sempre così?
L’uomo, infelice per sua scelta, si crea una vita complicata e cupa, per il gusto di lamentarsi e sentirsi incompreso.
Ma nel vivere sereni c’è poco da comprendere, semplicemente lasciare che il caldo ci faccia sudare, il freddo coprire, il dolore piangere e le gioie sorridere, un tramonto innamorare, un bambino coccole, un animale tenerezza, la natura… profumo.
Come l’acqua della doccia, che scivolando come una carezza ridona freschezza, la vita semplicemente vivendola, ci dona la consapevolezza di appartenere agli esseri “umani”.


Le persone raramente fanno
quello in cui credono.
Fanno ciò che conviene,
e poi se ne pentono.

Bob Dylan


Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa