…sparlare

…ma prima o poi l’aia a pizzicà!…
Non so se si scrive così in dialetto Francavillese, ma la traduzione non mi è stata difficile da fare.
…prima o poi devo scoprirli!…
Ci sono persone, che vivono impicciandosi della vita altrui, da quando si alzano fino alla fine della loro giornata.
Non saprei come definire questi individui.
Non riesco a trovare una parola specifica.
Bisognerebbe inventare un vocabolo il cui significato contenesse: impiccione, calunniatore, cattivo, arrogante, fannullone,insignificante, insicuro, odioso, demoniaco, nulla facente, prepotente, ignorante, deficiente…
Persone del genere, hanno nelle loro famiglie, problemi ben più gravi, dell’argomento che vogliono mettere alla berlina per distruggere qualsiasi cosa reputino meglio del loro vivere.
Ma è proprio il non accettare la loro condizione, che li rende cosi malvagi, da voler distruggere chiunque vedano sereno.
Questi tipi li definirei i “mafiosi della felicita’” per ritrovarmi in tema con oggi “giornata della legalità”
Gioiscono a distruggere il sorriso sui volti di chi attaccano giornalmente, mentre il loro di sorriso ha sempre e solo la stessa espressione, quella del sadico Joker.
Lasciamoli divertire a diffondere male, ci penserà la vita a farli riflettere prima o poi, a togliergli nel tempo, quell’aria di serenità che aleggia solo intorno a chi da un senso al suo vivere.


Il maligno dice male dé buoni;
lo stolto or dé buoni,
or dé malvagi;
il saggio di nessuno mai.


Giacomo Leopardi


Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa