…stagioni

…quando oggi ho terminato la telefonata con una mia cugina, le ultime frasi sono state: “il tempo com’è da te? Qui instabile, un giorno è buono, l’altro torna il freddo.”
Io non sapevo di preciso cosa risponderle e ho detto: “boh! Che vuoi che ti dica, ieri ha buttato giù tanta di quell’acqua, che fuori era più rumoroso il fiume che scorreva sull’asfalto riversandosi nei tombini, che quella che scrosciava dal cielo.”
Mentre continuavo la telefonata, sono uscita sul terrazzo, ho alzato gli occhi, sulla sinistra il cielo  azzurro, le rondini che garrendo si rincorrevano mostravano la Primavera.
Sopra di me, una leggera velatura dava  l’impressione di una giornata uggiosa.
A destra, poco più in fondo, nuvoloni pesanti, bianchi e ovattati ricordavano il cielo dei Simpson, mentre sulla destra girando lo sguardo, il cielo tutto nero e minaccioso con tuoni assordanti in lontananza,  facevano pensare ad un uragano in arrivo.
Alla fine ho riassunto il tutto dicendole: “Un’oretta fa stando al sole sudavo, ora tira un venticello freddo”.
“Bene!” ha risposto ironicamente, “Dov’è andato a finire il bel tempo del sud che ti faceva sempre dire, che mentre noi eravamo ancora con i piumini, te andavi al mare?”
Eggià dove è andato a finire!
Tutto cambia, niente è scontato.
Quel che ci rimane è la voglia di riassaporare le belle sensazioni, quelle che ci riportano  gli attimi di calma del nostro cuore e intanto le stagioni si alternano prendendoci in giro, il tempo si comporta a suo piacimento, ricordandoci ancora una volta la sua grande potenza e la nostra impotenza nel volerlo fermare.


Le stagioni
non si inchinano davanti a nessuno,
nemmeno davanti all’imperatore

proverbio cinese


Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa