…calore

…ho riacceso il camino questa sera, non perché facesse tanto freddo fuori,
ma la mancanza del sole ha reso le pareti umide e camminare per le stanze mi rattristava.
Dopo pochi minuti infatti, il tepore che piano piano si diffondeva nell’aria, ha reso più dolci anche i pensieri ed è tornato il sorriso.
Ci sono cose come il riscaldamento o l’acqua calda di cui non potrei farne a meno, sicuramente se fossi costretta a privarmene dovrei accettarne la mancanza, ma sarebbe veramente un grande sacrificio.
Il calore è qualcosa che quando ci avvolge è come un abbraccio, è tenerezza.
Se sento freddo, mi irrigidisco, rimango silenziosa, quasi impassibile e poco socievole, anche i miei movimenti diventano meccanici.
Il tepore invece mi scalda il corpo ed il cuore, sono gentile, allegra e disponibile, i gesti, quasi carezze.
Mai come quest’anno ho atteso l’estate, finirà il maltempo e sicuramente tra un paio di mesi, ricordandolo, in molti non si lamenteranno dei raggi cocenti e accetteranno quel che la natura ha da donarci.
Quando nelle calde sere di agosto, affidando i nostri desideri alle scie delle stelle cadenti, i ragazzi accenderanno falò sulla spiaggia, ricorderò il lungo inverno e mi godrò la bella stagione.
Bello o brutto, con la pioggia o col sole, ventoso o afoso, questo è il tempo che avvolge il mondo, questo è il nostro tempo, a noi spetta semplicemente di… viverlo.


Se desiderate conoscere il divino,
sentite il vento e il sole caldo sulla vostra mano.

Buddha


Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa