…coraggio

…e poi ci sono quei giorni che trascorrono sereni, perché’ mi sento serena.
I problemi sembrano distanti anni luce e in alcuni attimi non compaiono come pensieri che possano disturbarmi.
La mia vita è una continua scoperta per me, riesco ad essere felice per cose semplici, allontanando quelle situazioni che per altre persone sono catastrofi.
Stamattina ho ricevuto una chiamata di quelle indesiderate.
Un tempo, quando dall’altra parte del cellulare, voci sicure e minacciose, mi chiedevano di risarcire insolvenze a me estranee, ero in difficoltà.
Il cuore mi batteva a mille, ma poi col tempo quelle voci sono diventate amichevoli.
Spiegando con tranquillità e gentilezza la mia situazione,  alla fine quasi si scusavano per la chiamata.
Quando il nostro vivere è onesto, possono infangarci e offenderci nel peggiore dei modi, troveremo sempre la strada per far comprendere le vere ragioni delle nostre azioni.
Noi stessi avremo la forza e la sicurezza per spiegarle senza raggiri e complicazioni.
Troveremo, sempre, la soluzione per poter proseguire la nostra storia e ci sentiremo protagonisti assoluti del nostro tempo.
Non ci servirà neanche colpevolizzare chi ci ha fatto torti, procurandoci sofferenza.
Scopriremo quella forza interiore che tutti abbiamo che si chiama “coraggio”.
Se ci concentriamo a risolvere giorno per giorno gli intoppi del vivere trasformandoli in normalità, allontanando dai nostri pensieri cosa o chi ce li ha causati, nel nostro cuore la rabbia svanisce e per ogni situazione capovolta a nostro favore avvertiremo quella lieve emozione molto vicina alla serenità.


Mi accade spesso di svegliarmi di notte
e cominciare a pensare a una serie di gravi problemi
e deciderne di parlarne al Papa.
Poi mi sveglio completamente
e mi ricordo che io sono il Papa.

Papa Giovanni XXIII


Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

SU DI ME

Isabella

Mi presento sorridendo e con un po’ d’imbarazzo, non perché sia timida, ma per quel pizzico di riservatezza che è innata nelle donne della mia età. Isabella Ferrarelli nata il 20 settembre del 1954 in un piccolo, quanto delizioso paesino della provincia di Rieti, Fara in Sabina. Un infanzia tra la natura, in una famiglia semplice in cui ognuno rispettava il suo ruolo. Prima di due sorelle. Diplomata all’istituto Professionale di Rieti in Accompagnatrice Turistica. Nel 1973 mi sono sposata e trasferita in Puglia a Francavilla Fontana, dove risiedo. Madre di quattro figli. Perché ho deciso di aprire un blog? La risposta è semplice, ogni fine giornata, in questo mio alternarsi di sentimenti , riporto su fogli e quaderni quello che ogni emozione mi lascia nel cuore. Una montagna di pezzi di diario che è la mia “storia” e vorrei condividerla. Credo nella similitudine degli esseri umani, ognuno ha la sua razione di gioia, allegria, spensieratezza… amore e non si è immuni dal dolore e le sconfitte. Il bello del vivere è proprio questo e la bellezza emerge sempre se riusciamo a trovare il meglio nelle piccole cose. La vita mi appartiene e più passa il tempo e più la chiamo per nome come non fosse una cosa astratta, “LEI” mi ha fatto credere in me stessa aiutandomi a trasformare ogni cambiamento in opportunità. Con affetto Isa